Legnano

Legnano una città nella storia

la Battaglia di Legnano - Dipinto di Previati

la Battaglia di Legnano

Legnano è la sola città, insieme a Roma capitale, ad essere citata nell’inno nazionale. “ dall’Alpe a Sicilia dovunque è Legnano.. “così infatti recita il testo del poeta Goffredo Mameli, musicato dal maestro Micele Novaro. Il riferimento è alla storica battaglia del 29 Maggio 1176, quando l’imperatore tedesco Federico I di Svevia, detto il Barbarossa, venne sconfitto dai milanesi e dalle forze della Lega Lombarda nelle campagne del borgo legnanese. Una vittorià che segnò la rinascita dello spirito nazionale dei Comuni, lo stesso che nel Risorgimento avrebbe portato all’unità d’Italia ed alla nascita della nostra Nazione.

La città è stata divisa in contrade, dieci inizialmente, che presto si ridussero ad otto. La contrada, letteralmente “gruppo di case attorno ad una strada”, è un quartiere storico della città che ha la propria sede nel maniero, epicentro della vita associativa e delle attività oltre che luogo nel quale sono custodite tutte le armi, gli ornamenti ed i costumi che vengono utilizzati nella sfilata storica.

Ogni anno tra Maggio e Giugno, si celebra in città questo fatto d’armi con una serie di manifestazioni che va sotto il nome di Palio di Legnano e ha come momenti centrali la sfilata storica e il Palio delle Contrade, che si tengono l’ultima domenica di Maggio.

La città di Legnano suddivisa in Contrade

La città di Legnano suddivisa in Contrade